Pantone crea una palette con i colori dei coralli a rischio estinzione

pantone corallo

Il fine è quello di sensibilizzare sulla progressiva scomparsa delle barriere coralline. Così Pantone con Adobe e The Ocean Agency hanno unito le loro forze e dato vita a tre nuove tonalità.

Glowing Yellow, Glowing Blue, Glowing Purple. Sono i nomi delle tre tonalità della palette 2019 di Pantone. Sono tre tra le infinite sfumature della profondità del mare e della superficialità con cui, troppo spesso, la civiltà in cui ci troviamo a vivere si approccia rispetto alle delicate questioni ambientali.

Sono sinonimi della resistenza dei coralli che nei loro ultimi momenti di vita brillano più forte nel tentativo estremo di affrontare e lottare contro le temperature delle acque degli oceani, sempre più calde.

Il nostro pianeta ci sta inviando l’ennesima richiesta d’aiuto a cui non possiamo rimanere indifferenti.

Secondo gli scienziati restano solo 31 anni per poter salvare la barriera corallina dei nostri oceani e le numerose specie di coralli a rischio.

Laurie Pressman, vicepresidente del Pantone Color Institute spiega in un post su Instagram: «È come se i coralli inviassero un SOS codificato a colori che dice: guardami, ho bisogno che te ne accorga prima che io sparisca. In questo senso, questi colori incredibilmente vibranti potrebbero essere considerati i colori della crisi climatica».

Per capire a fondo le motivazioni che hanno portato alla creazione di questa particolare e necessaria palette, consiglio la visione del documentario Chasing Coral, realizzato da The Ocean Agency e disponibile su Netflix. Il documentario dalla crudele bellezza, scopre i cosiddetti “coralli fluorescenti”, in grado di emettere una luce impressionante dai colori unici.

Prima di morire, infatti, questi coralli brillano di colori accesi e vivi nel disperato tentativo di sopravvivere alle ondate di corrente surriscaldata degli oceani.

Per tre anni, il regista Jeff Orlowski e il suo team hanno seguito il lavoro di The Ocean Agency documentando e rivelando un fenomeno critico, globale e spaventoso: le barriere coralline stanno subendo un vero e proprio sbiancamento e le cause sono dovute ai cambiamenti climatici, all’impatto dei combustibili fossili sull’ambiente e alla smodata attività dell’uomo.

Il documentario è stato presentato al Sundance Film Festival 2017, dove ha conquistato il prestigioso Audience Award.

Tutto questo sta accadendo ad una velocità impressionante.

Sul sito Glowing.Org, creato ad hoc per questa importante missione di sensibilizzazione e di salvataggio, si legge che negli ultimi 30 anni il pianeta ha perso il 50% del suo corallo vivo. La barriera corallina è un ecosistema che supporta oltre 1 milione di specie e 1 miliardo di persone. 

Prima di morire questi coralli brillano di colori accesi e vivi nel disperato tentativo di sopravvivere alle ondate di corrente surriscaldata degli oceani.

La luce brillante di questi coralli è quella ripresa da Pantone con Adobe e The Ocean Agency per la palette 2019. Questi colori sono il segnale luminoso che ci avverte che agire immediatamente e unendo le forze è l’unica cosa possibile da fare. Abbiamo tutti il dovere di non ignorare la situazione disastrosa che vivono gli abissi.

Salvare le barriere coralline è una lotta che non possiamo permetterci di perdere.

Elisa Toma

Lascia un commento