I Grandi Maestri: in mostra a Roma i cent’anni di Leica

leica

«Leica compie cent’anni! Al Vittoriano a Roma, fino al 18 febbraio 2018, c’è la meravigliosa mostra I Grandi Maestri per ripercorrere la storia della macchina fotografica che ha rivoluzionato l’arte del cogliere istanti e il fotogiornalismo»

God should have a Leica”, diceva ironizzando Lou Reed ma probabilmente non sbagliava perché quella macchina fotografica da un secolo immortala scene del mondo, degli uomini e dei loro destini. Scatto dopo scatto si è costruito un grande archivio attraverso il quale la storia del mondo diventava vera, non più solo un numero indefinito di righe su un foglio che spiegano bene, sì, ma mantengono distanti. E’ l’impressione della realtà data da una fotografia che permette di entrare nel vivo degli eventi, destabilizzandoci alla vista del “miliziano morente” di Robert Capa durante la guerra di Spagna,  emozionandoci per un appassionato bacio in Times Square, simbolo della fine della Seconda Guerra Mondiale nella foto di Eisenstaedt, indignandoci per l’ennesima guerra ingiusta che vede bambini spogliati, spogliati di tutto correre disperati in Vietnam nella storica foto di Nick Ut.

Che c’entri qualcosa il mito è indubbio, ma è un amore di gioventù ed è rimasto tale. (Gianni Berengo Gardin)

Queste fotografie ci hanno mostrato più da vicino i volti dei protagonisti della storia, ci hanno insegnato a conoscerli attraverso la loro immagine ferma in scatti fortunati come il ritratto a Che Guevara di Korda che continua ad essere stampato su ogni superficie in mille stili diversi e ad unire ancora folle di giovani non arresi davanti alla speranza di un possibile cambiamento e altrettanti cavalieri romantici e rivoluzionari. Scatti che parlano di persone, di lotte, di lavori, di conquiste, rinunce, gioie e dolori. Dietro la multi-espressività di un bianco e nero o il respiro poderoso dei colori passa la vita e storia che ne scaturisce.

Leica festeggia i 100 anni di esistenza e probabilmente questa è anche la data di una rivoluzione nel mondo della fotografia. Finalmente questa camera dal piccolo formato entra nella quotidianità e anche i fotografi professionisti posso dare un sospiro di sollievo apprezzando la comodità e la maggiore qualità di resa del nuovo modello.

La storia di Leica ci porta nel lontano 1848 con  il Wetzlar dell’Optisches Institut ad opera del talento della meccanica e dell’ottica di Carl Kellner e la fondazione nel 1989 della Laitz di Ernest Leitz I, azienda che inizialmente fabbricava prodotti di precisione, microscopi, orologi, telegrafi. Fu il figlio di Leitz I, Ernest Leitz II, però, ad entrare nel mondo della fotografia. Un ingegnere dell’istututo, Oskar Barnack, cercò di utilizzare la pellicola da 35mm per riprese cinematografiche inserita nel caricatore. Nacque così, nel 1914, il prototipo UR: una fotocamera 35mm, otturatore sul piano focale, obiettivo 50mm.

Il nome Leica deriva dall’unione di Leitz e Camera e ufficialmente venne presentata alla fiera di Lipsia con il modello Leica A.

 

Con il tempo si è evoluta mantenendo però le sue caratteristiche originarie ed è diventata per antonomasia  il simbolo della fotografia d’assalto e da combattimento in quanto resistentissima, praticissima e dalle immense qualità.

Non ho mai abbondato la Leica, qualunque altro tentativo mi ha sempre fatto tornare da lei. […] Per me è la macchina fotografica. (Henri Cartier-Bresson)

I maggiori maestri della fotografia l’hanno conosciuta, amata e trasformata nell’estensione del loro braccio e occhio. Da Henri Cartier Bresson a Robert Capa, da Gianni Berengo Gardin a Elliott Erwitt  e ancora Sebastiao Salgado, William Klein, Leonard Freed, Tina Modotti, Inge Morath, Mary Ellen Mark. Ovviamente i nomi sono tantissimi e ognuno ha contribuito alla storia del mito.

C’è tempo fino al 18 febbraio 2018 per vedere la mostra  I Grandi Maestri. 100 Anni di fotografia Leica al Complesso del Vittoriano a Roma. Una panoramica di oltre 350 fotografie per rendere omaggio alla prima macchina fotografica provvista di pellicola 35 mm, alla fotografia d’epoca e a tutti gli artisti che l’hanno utilizzata dagli anni venti ai giorni d’oggi.

Allora Buon compleanno Leica per i tuoi primi 100 anni, la tua immortalità passa attraverso ogni scatto del tempo che hai saputo cogliere e che ci hai regalato attraverso gli occhi curiosi e differenti di tutti coloro che hanno saputo averti.

Elisa Toma

Mostra I Grandi Maestri. 100 anni di fotografia Leica

 

Lascia un commento