La Pedrera: una grande onda pietrificata

«Casa Milà, meglio conosciuta come La Pedrera è uno dei gioielli architettonici più noti di Barcellona»

La Pedrera è la naturalezza fatta edificio, è come una grande onda di pietra, è un insieme di forme organiche, ataviche. Questo edificio, costruito tra il 1906 e 1912, è la massima espressione del genio dell’architetto Antoni Gaudí che in essa ha riversato l’ispirazione derivante dalla natura. La Pedrera è un poema di pietra, una scultura maestosa, unica e irripetibile.

Il nome che le è stato attribuito -Pedrera, appunto- è un rimando alla facciata esterna, che ricorda le cave a cielo aperto con curve sinuose. L’ispirazione è la natura, come quando lo scorrere dell’acqua modella la roccia.

Gaudí progettò Casa Milà all’apice della sua carriera, aveva 54 anni, e fu la sua ultima opera civile. Questo edificio è considerato uno dei più emblematici tra le sue opere tanto da venire definita come “un’opera a sé”, in effetti, la Pedrera è stata costruita in netto contrasto con gli schemi e stili architettonici del suo tempo.

Nel 1984 è stata dichiarata Patrimoni Mondiale dell’Unesco ed attualmente è sede della Fondazione Catalonia la Pedrera. L‘edificio consta di due blocchi di appartamenti intercomunicabili tra loro grazie a dei patii interni con affaccio comune. Fa parte del Ensanche barcelones e a Gaudí fu commissionata dall’industriale Pere Milà e la sua sposa Roser Segimon, per destinarla a residenza di famiglia e appartamenti da affittare. Oggi le sue stanze vengono utilizzate come centro culturale per le attività organizzate dalla fondazione, da musei e non solo.

Oltre alla particolarissima facciata, Casa Milà è unica anche per il suo tetto insolito e ricco di forza artistica che non è riconducibile a nessun’altra opera dello stesso periodo. I profili dei tetti sono morbidi e curvilinei, forme di pietra che rimandano alla facciata principale. Le strutture che tracciano un insieme armonioso e serpentino sono, però, sempre di pietra e variano in diversi elementi: badalots o vani di scale, torrette di ventilazione e chimeneas, i camini. Le forme degli elementi sono dinamiche e simboliche ma corrispondono anche ad un’utilità funzionale determinante. A renderli ancora più decorativi e maestosi, l’insieme di componenti come ceramica, vetro, marmo che ne definiscono i dettagli. Il risultato è quello affine alla cura di stile che Gaudí ha riservato ai dettagli e il complesso sottolinea un concetto determinante per l’architetto spagnolo: la naturalezza come espressione della divinità.

Casa Milà Official Web Site

 

Lascia un commento