Festival Internazionale di storytelling: raccontami una storia

festival internazionale storytelling

«Roots and Roads, radici e strade, è il tema del Festival Internazionale di Storytelling, lungo l’Appia Antica di Roma dal 21 al 24 giugno. Storie per incontrarsi, ricordarsi e imparare a conoscersi. #Raccontamiunastoria»

La strada che collega Roma al Sud d’Italia, la strada regina, o regina viarum, come la chiamavano i romani. L’Appia, l’Appia e la sua storia, le sue pietre, il significato e il valore che i secoli le hanno attribuito. L’Appia ritenuta una delle più grandi opere di ingegneria del mondo antico per l’enorme impatto economico, militare e culturale che ha avuto sulla società romana, sulla storia della nostra penisola. Unica anche per il periodo in cui iniziarono i suoi lavori, tra il IV e il III secolo. Sarebbe impossibile immaginare quanti passi sono stati percorsi in questo tempo. Immaginare quanti discorsi, quante parole, quanti racconti i viandanti, i pellegrini, militari, commercianti, gli imperatori, i re si sono scambiati. Chissà  quante lingue differenti si sono avvicendate del tempo, chissà i suoni, l’aria, la magia di ogni epoca che cedeva il passo a quella successiva, con il tempo come silenzioso testimone della lenta corsa della storia. Anche per me è la strada regina perché mi porta a casa.

Nei prossimi giorni l’Appia Antica torna a parlare, torna ad essere invasa di versi, di storie, di passi che incontrano altri passi, di gente che ascolta.

Da giovedì 21 a domenica 24 giugno, infatti, sarà protagonista del Festival Internazionale di Storytelling, #Raccontamiunastoria, l’unico festival d’Italia interamente dedicato all’arte del racconto orale e uno dei più famosi d’Europa.

Story Walks, passeggiate durante le quali le performance di storytelling saranno su racconti della mitologia Romana, Celtica, Indiana, Scandinava e Mediorientale, dalla tradizione spirituale delle diverse religioni ai racconti della tradizione popolare italiana ed estera. Workshop di formazione sull’arte dello Storytelling con i più grandi maestri internazionali e poi, eventi interattivi, eventi speciali con racconti, musica dal vivo, danza, arti visive.

La Direzione artistica del Festival Internazionale di Storytelling è affidata a Paola Balbi e Davide Bardi,  coppia “artistica” dal 2007 e considerati i più grandi cantastorie contemporanei d’Italia su scala internazionale, già codirettori artistici della Compagnia di Storytelling Raccontamiunastoria, del Festival Internazionale di Storytelling di Roma #Raccontamiunastoria dal 2010, del Festival di Storytelling di Bolzano Storytelling Time dal 2012 e del Festival di Storytelling “Tales on the Island” negli Emirati Arabi Uniti.

Le strade e le radici ritornano anche nel tema di questa edizione romana del Festival Internazionale di Storytelling (roots and roads). Radici e strade come simboli del racconto e del cammino. Le storie e i miti appartenenti alla tradizione orale rappresentano, infatti, l’identità culturale dei popoli, da custodire e da tramandare ancora attraverso il potere infinito della parola. Strade perché le storie, fin dai tempi antichi hanno sempre viaggiato con i cantastorie (e anche con i mercanti, gli esploratori, i naviganti…) favorendo la comprensione fra culture diverse, lo scambio culturale e l’integrazione.

L’Appia, con il suo ruolo nella storia, la sua importanza strategica e simbolica, con il suo tracciato fiancheggiato fin  da tempi immemorabili da maestosi pini marittimi, anticamente sacri alla Dea Cibele, è il posto ideale per trasmettere il messaggio del Festival: conoscere le storie della tradizione significa essere connessi con la propria identità culturale e le proprie radici.

Questo è il presupposto ideale per percorrere le strade dell’internazionalità ed essere aperti agli incontri, allo scambio culturale, all’accoglienza. In un periodo di vuoto umano, di svalutazione della parola, della ricchezza derivante dalla conoscenza altrui, il Festival Internazionale di Storytelling è una sfida coraggiosa di resistenza. Strade e radici per trovarsi, ricordarsi ed imparare a conoscersi.

festival internazionale storytelling

Illustrazioni di Botte Giuseppe

Il programma completo dal 21 al 24 giugno 2018 del Festival Internazionale di Storytelling:

GIOVEDÌ 21 GIUGNO 2018  – EVENTO SPECIALE 

Location: Convento di San Bonaventura al Palatino – Via di San Bonaventura, 7 (Metro B – Colosseo)

20.00-21.00

“AHL AL-KITAB – LA GENTE DEL LIBRO” Nel Corano i seguaci delle tre grandi religioni monoteiste vengono definiti “gente del Libro” a sottolinearne la fratellanza e le origini comuni. In un’epoca di grandi divisioni un concerto di storie con artisti di diverse fedi e culture alla ricerca dei valori e del grande patrimonio che ci unisce.

Compagnia Raccontamiunastoria (Italia/Italy), Raida Guermazi (Tunisia), Shereen Saif (India/Dubai)

Lingua: Italiano, Francese e Inglese 

21.30-23.00 Uno spettacolo a scelta fra:

“LA FEDE E LA SPADA: GIUDITTA E OLOFERNE” Giorni d’assedio, notti di inganno, un tramonto di passione e un’alba di sangue. L’antica storia di Giuditta e Oloferne che per secoli ha ispirato artisti, scrittori e poeti torna a rivivere sulle labbra di due moderni cantastorie. I giovani artisti di Raccontamiunastoria seguono le tracce dei maestri in una nuova emozionante produzione a partire da uno dei più controversi testi Biblici: il Libro di Giuditta.

Mattia Di Pierro, Germana De Ruvo (Compagnia Raccontamiunastoria)

Lingua: Italiano

“SOLTANTO IO TI AMO: PIETRO E MADDALENA” Un pescatore con una vita normale ed una famiglia e una prostituta con un incredibile passato di miseria e sofferenza incontrano “per caso” lo stesso uomo che diventerà la figura centrale delle loro vite e le cambierà per sempre. “La Sacra Rappresentazione” per eccellenza di Raccontamiunastoria, un’esperienza medievale in chiave contemporanea ed universale.

Paola Balbi, Davide Bardi (Compagnia Raccontamiunastoria)

Lingua: Italiano 

VENERDÌ 22 GIUGNO 2018 

Location: Parco Regionale dell’Appia Antica – Via Appia Antica, 42/50

20.00-21.00

“THE STORY JAM-SESSION” Storie, ballate e canzoni dal paese di “C’era una volta”. Un jazz di storie con musica e canto. Note, voce, parole e improvvisazione dall’Italia, Europa e Medio Oriente. Cast internazionale di storytellers e musicisti.

Cast internazionale di artisti del Festival 

Lingua: Italiano, Francese e Inglese 

21.00-23.30

EVENTO SPECIALE / SPECIAL EVENT – “IL BIVIO NEL BOSCO” Passeggiata di storie con percorso a scelta ed esposizione delle tavole originali del “Bestiario d’Italia” del giovane illustratore Gabriele Pino. Voci, incantesimi e sussurri: le creature magiche che si nascondono negli alberi, nell’acqua, nell’aria e nella terra cercano di attirare gli esseri umani sul loro sentiero… porteranno ricchezza o inganni? Saranno buone o maligne? Alcune hanno viaggiato molto lontano, nascoste sotto la lingua degli storytellers. Arrivati al bivio sul sentiero ogni membro del pubblico potrà scegliere se provare il brivido del percorso dark o lasciarsi incantare dalle fate.

Cast internazionale degli storytellers della settimana 

Lingua: Italiano e Inglese

SABATO 23 GIUGNO 2018 

Location: Parco Regionale dell’Appia Antica – Via Appia Antica, 42/50

16.30-17.15

“IL SALTO DELLA RANA” Racconti, musica e filastrocche in un coinvolgente programma interattivo per i più piccoli. Età consigliata: + 3.

Johan Theodorsson, Anders Peev (Musikteater Unna – Svezia/Sweden), Shereen Saif (India/Dubai), Mattia Di Pierro and Martina Pisciali (Italia/Italy)

Età: 3+ 

Lingua: Italiano e Inglese (con traduzione) 

17.30-18.30

“MILLE E UNA STORIA” Mnayra muove il primo passo sulla strada dell’avventura, sta cercando Elmézién (il più bello), mentre il suo paese è sotto la minaccia di un terribile orco. Ogni storia nasce dalla storia precedente, ma alla fine tutti appartengono alla stessa storia. Mentre il filo della storia principale si svolge, sbocciano tante altre brevi storie che regaleranno al pubblico un’ora di pura felicità. Gli spettatori di ogni età proveranno il piacere di perdersi sulla strada delle storie e di ritrovare la via seguendo il filo di ciascuno.

Raida Guermazi (Tunisia)

Lingua: Francese (con traduzione) 

17.30-18.30

“PELLE DI SELKIE E ALTRE STORIE DEL POPOLO FOCA” Nelle lontane e remote isole scozzesi vivono magiche e misteriose creature. Foche sotto al mare, umane sulla terra, le Selkie sono fonte di numerose storie, canzoni e leggende. Unitevi a noi e lasciate che la vostra mente viaggi attraverso mari e scogliere, facendosi incantare da queste incredibili storie.

Aurora Piaggesi (Italia), Katie Knutson (U.S.A)

Lingua: Italiano e Inglese 

18.30-19.30

“QUANDO LA LUNA TOCCÒ LA TERRA” È impossibile che la Luna tocchi la Terra ed è quasi impossibile trovare una nuova terra fuggendo da una guerra. Se il cammino però è scandito dalla musica di una fisarmonica e dalle storie, tutto può accadere. Un viaggio da Oriente a Occidente, cercando di raggiungere un Nord dove trovare pace. Ogni passo dei viandanti sarà scandito dai racconti delle terre da attraversare, fra lacrime e risate, magia e miracoli.

Martina Pisciali (Raccontamiunastoria / Sagapò Teatro), Tommaso Zamboni (Italia/Italy)

Lingua: Italiano 

19.30-21.15

EVENTO SPECIALE / SPECIAL EVENT – “OLEUM: L’ORO DELLA VITA. RACCONTI E LEGGENDE DI OLIO, OLIVE E OLIVI” Concerto di storie con degustazione di olii pregiati a cura di Oleonauta. Dalla nascita del primo olivo al giardino del Getzemani, dal mito del talamo di Ulisse alla leggenda maremmana dell’ “Olivo della Strega”, gli storytellers trasporteranno il pubblico sulle ali dell’immaginazione alla scoperta della storia, della simbologia, del gusto e del condimento più antico e sacro: l’oleum.

Compagnia Raccontamiunastoria (Italia/Italy), artisti ospiti e Simona Cognoli (esperta assaggiatrice di olio e titolare del progetto Oleonauta)

Lingua: Italiano e Inglese 

21.30-23.00

“STREGHE 1675, LA VENDETTA DI UNA RAGAZZA” Una famiglia nel nord rurale della Svezia arriva ad essere coinvolta nella caccia alle streghe guidata dal prete locale, che segretamente alimenta un settario odio contro le donne. Una giovane ragazza riesce a scappare e torna per vendicarsi dell’assassinio della sua famiglia. Basato sugli atti di un processo del 1675.

Johan Theodorsson, Anders Peev (Musikteater Unna – Svezia/Sweden)

Lingua: Inglese (con traduzione artistica di Paola Balbi) 

DOMENICA 24 GIUGNO 2018 

Location: Parco Regionale dell’Appia Antica – Via Appia Antica, 42/50

16.00-17.00

“STORIE MORBIDE” Le storie delle nonne prendono forma con la lavagna di feltro. Colorati personaggi incanteranno i più piccini accompagnandoli in un mondo morbido e pieno di sorprese. A fare da filo conduttore per le filastrocche  e giochi di interazione. Età: 3+

Laura Ballesio (Storytelling Torino – Italia/Italy)

Età: 3+ 

Lingua: Italiano  

17.00-18.00

“LA NOTTE DEI PIRATI” I Pannelli raccontano. Un’antica leggenda di mare raccontata alla maniera dei cantastorie e ispirata dalla tradizione tedesca dei Bankelsang.

Mariella Bertelli (Canada)

Lingua: Italiano 

17.30-18.30

“ALLA SCONFITTA DEI CASI STRANI – OPPURE NO” Storie da tutto il mondo su personaggi che si ritrovano in terribili situazioni. Riusciranno a raggiungere i loro obiettivi o saranno vittime di un terribile destino? Dalla storia di un ragazzo ricoperto di burro a quella della ragazza costretta a preparare il piatto più disgustoso: i personaggi di questi racconti ti daranno preziosi consigli in grado di salvarti la vita o forse solo di risparmiare la tua maglietta preferita.

Katie Knutson (U.S.A)

Lingua: Inglese (con traduzione) 

18.30-19.45

“ELOISA E ANNA: L’ALTRO VOLTO DELL’ENEIDE” Tutti hanno sentito parlare della storia d’amore di Didone ed Enea, ma la versione di Virgilio non è l’unico punto di vista sulla storia. Uno spettacolo alternativo e internazionale sulle tracce del mito di Cartagine fra Roma e il Medio Oriente.

Raida Guermazi (Tunisia), Mattia Di Pierro, Martina Pisciali (Italia/Italy)

Lingua: Italiano e Francese (con traduzione) 

20.00-21.15

“VECCHIE STORIE E GIOVANI STORYTELLERS” Concerto di storie con un cast internazionale di talenti emergenti. Racconti mitologici interpretati dai giovani cantastorie della scena contemporanea per portare radici antiche sulla strada del futuro.

Cast di giovani Storytellers internazionali nell’ambito del progetto “Young Storytellers” del FEST / Cast of International Storytellers within the “Young Storytellers Project” of FEST

Lingua: Italiano e Inglese, lavoro sperimentale di traduzione

21.30-23.00

“DA NESSUNA PARTE SEI AL SICURO: storie e racconti sulla imprevedibilità della vita” La vita è breve, tagliente e completamente surreale. Se entri nel vicolo sbagliato dopo una festa potresti trovare la morte, ma aprire la porta a uno sconosciuto potrebbe essere l’inizio di un’amicizia eterna. Puoi sempre decidere di aspettare che giunga l’ora più terrificante della tua vita. Johan Theodorsson unisce racconti di assassinio con racconti di incoraggiamento alla vita e a non arrendersi mai. Storie orali su persone che hanno sacrificato tutto per la vita e altre per la morte. La performance è accompagnata dalla musica del violino a chiave e della chitarra elettrica del musicista Anders Peev.

Johan Theodorsson, Anders Peev (Musikteater Unna – Svezia/Sweden)

Lingua: Inglese (con traduzione) 

Lascia un commento